Ardi di ciò che sei

COSÌ TI HO ASCOLTATA LEGGENDOTI…“L’alchimia del piacere, abbraccia la meraviglia che sei”

di Antonia Pellegrino, psicologa ed Operatrice DanzaDea©

Lei ci mette tutta sé stessa nel più vivo senso della parola.

Lei ti racconta con la semplicità di una pagina di diario scorci fondamentali della sua esperienza di vita che l’hanno condotta ad ESSERE lì davanti alla tastiera a scrivere questo gioiello.

Lei scrive per te, per te che stai leggendo. Scrive la tua sacralità, il tuo spirito, il tuo respiro, la tua danza, tutto questo Giulia riesce a mostrartelo con delicatezza, fino a disegnartela questa sacralità, in tutta la sua poderosa dolcezza.

E tu, tu che leggi la puoi sentire come un fiume in piena arrivare dritta al cuore e fiorire in petto, arrivando a sciogliere in breve ogni tua corazza residua. Aprendoti a quel pianto leggero, quello che lascia finalmente ricominciare a fluire. Come quando ti rendi conto che hai davanti a te qualcuno che comprende, accoglie e ama ciò che sei, così come sei. Una sorta d’Amore impresso tra le righe e che si dispiega durante la lettura.

Lei si rivolge proprio a te e lo fa dandoti del tu, non si rivolge ad un lettore generico, ma proprio a te e formula le sue indicazioni in prima persona. Questo ti permette di sentire tutto il campo di energia dell’immenso lavoro di trasformazione alchemica che è stato fatto, anche per te e ora, mentre stai leggendo, sta operando già su te e con te verso la tua personale trasformazione.

Attraverso la lettura delle sue parole puoi sentire il tuo grembo ardere di quella sessualità sacra di cui sei fatta, puoi sentire la sua forza invariata, nonostante nei secoli si sia tentato di recidere questa connessione profonda. Questa connessione viscerale è ancora lì nel tuo ventre, che arde e ti trasforma, ti illumina e Giulia ti sta guidando per imparare ad ascoltarla sempre più.

 

Leggendo le sue parole ti svincoli quasi istantaneamente da tutte quelle sovrastrutture, sempre efficientemente operanti, che ti hanno ingabbiata e senti che ogni tuo gesto è una danza della tua energia sessuale e perciò sacra “degna di rispetto”. TI liberi dai preconcetti che ti hanno fatto credere che la sessualità sia una prestazione, in seguito alla quale ricevere finalmente un premio gratificante.

Essere è già cosa meritevole di Amore incondizionato e allora come puoi non amarti? Come puoi non sentire

il piacere dei tuoi sensi tutti, del tuo corpo come la manifestazione in terra del divino?

Come No? È così semplice! Giulia intervalla il suo armonioso incedere con delle semplici domande, talmente semplici che forse non te le sei mai poste, ma che riescono a riportarti a contatto con delle risposte immediate e altrettanto semplici ed ecco che, ancora una volta ti apri alla verità, semplice e schietta sotto il tuo sguardo, appena sotto, proprio tra i seni, nel cuore.

Le risposte a quelle semplici domande sono li a disposizione da sempre, nel tuo corpo, ovvero il tuo tempio sacro, l’oracolo di ogni verità che vai cercando e puoi realmente trovare. Tutto il resto sono congetture, frutto della mente razionale e non servono per conoscere questa realtà, ma certo rischiano di farti perdere nella vastità, talvolta vacua peregrinazione, priva di frutti.

Sì, perché i frutti si toccano, si vedono, si annusano e si mangiano con la bocca, con il corpo. Con la mente puoi solo pensarli, ben poco nutrimento. Invece Giulia ti mostra che il nutrimento che ti abbisogna è tutto lì dentro di te. Giulia ti porta a sentire il dispiegarsi gentile della tua rosa interiore, vagina e cuore come ciò che sono, ovvero portali verso il piacere, l’abbondanza, la gioia, la gratitudine, che meriti e così puoi sentire, mentre leggi, un sì aperto ed entusiasta, liberarsi fiducioso in ogni parte di te, a partire da te.

Questa connessione con quel TUTTO che risuona per tutta l’opera, la puoi raggiungere a partire da te, infatti Giulia ti dona in seguito uno strumento. Uno strumento che è uno e molteplice, poiché fatto di numerosi petali di una stessa rosa. Tale dono prezioso darà il La per una meravigliosa sinfonia tutta da vivere. Un viaggio verso la tua regalità, verso te stessa.

Con la prossima luna nuova inizierò fiduciosa un altro tratto del mio cammino d’amore.

Grazie Giulia grazie dal profondo del cuore.

Antonia 25 gennaio 2021

 

ISCRIVITI ALLA PROSSIMA FORMAZIONE: https://www.facebook.com/events/1182136355883715

Altri articoli

IL DESIDERIO DI APPARTENENZA

Dentro ognuno di noi c’è il desiderio di appartenere. Non adattarsi necessariamente, ma appartenere a qualche luogo con una causa e uno scopo. Un luogo

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email